Persone
6
Tempo preparazione
0 h - 0 min
Tempo cottura
0 h - 0 min
Capitone fritto
Ingredienti

2 capitoni per complessivi 1 Kg e 200 gr.
farina - q.b.
alloro - 2 foglie
aceto bianco - 1 bicchiere
sale fino o doppio - q.b.
olio per friggere - 2 bicchieri

Descrizione

Decapitare i capitoni servendosi di una affilata mannaia, eviscerarli, ma non spellarli e suddividerli in pezzi di circa 6 cm. di lunghezza, scartando testa e coda; porre i pezzi in un colapaste e sciacquarli abbondantemente sotto un getto d'acqua fredda, fino a quando non abbiano ceduto ogni reperto ematico.

Versare in una padella vecchia (dopo l’uso conviene buttarla) di ferro nero i due bicchieri di olio per friggere e portarlo a temperatura; frattanto infarinare ben bene i pezzi di capitone lavati, ma non asciugati e friggerli lentamente, rivoltandoli spesso, affinché risultino ben cotti anche internamente; adagiarli su carta assorbente da cucina, spolverizzarli di sale fino o doppio e servirli in tavola caldi di fornello con un contorno di insalata di rinforzo; in alternativa dopo averli fritti, si possono sistemare i pezzi ancora caldi in una pirofila, spolverizzarli di sale fino o doppio ad libitum, irrorali con tutto l’aceto e spezzettarvi 2 foglie d’alloro,conservare questo carpione in luogo areato ed asciutto e servire in tavola nel giorno successivo alla preparazione (quando il capitone risulterà freddo e ben impregnato di aceto) accompagnato dal solito contorno di insalata di rinforzo.

Ricetta: www.vesuvioweb.com
Foto: www.flickr.com

Suggerimenti

Il menù della vigilia di Natale delle tavole campane e in altre zone del sud, prevede l'immancabile presenza del capitone fritto.
Il capitone non è altro che la l'esemplare femmina dell'anguilla europea.