Rofioi di Montagna

Persone
6
Tempo preparazione
30,1 (h.m)
Tempo cottura
0,0 (h.m)
Rofioi di Montagna
Ingredienti
Per la pastafarina bianca 00 - 1 kguova - 8acquaPer il ripienograna Trentino grattugiato - 300 grpangrattato di qualche giorno - 300-400 gruovo - 1burro - 50 gruva passasalesalviapepe fresco
Descrizione
Due le fasi di preparazione. Anzitutto il ripieno. Prendete il formaggio grattugiato, tipo Grana Trentino o Spressa sta­gionata, e in una scodella amalgamatelo con il pangratta­to. Attenzione: formaggio e pane grattugiato devono ave­re lo stesso volume, indipendentemente dal peso. Fatto questo, misturateli con un uovo (tuorlo e albume), qualche grano di uva passa, sale e pepe, ammorbidendo con il bur­ro scaldato a parte in un pentolino, magari con l’aggiunta di una foglia di salvia (che poi va tolta). Se l’impasto risul­ta troppo fisso, regolare con un goccio d’acqua. Mescola­te per qualche minuto e poi lasciatelo riposare.
Si passa alla seconda fase: la preparazione della pasta. Impastate la farina con otto uova e – se occorre – un goccio d’acqua; tirate la sfoglia ben sottile, tagliatela a quadretti di una decina di centimetri di lato e ponete al centro di ogni qua­drato di pasta un cucchiaio del ripieno precedentemente elaborato.
Il rofiòi si ottiene sovrapponendo il quadrato con il ripieno con un altro quadrato di pasta, premendo con le dita sui bordi, per far combaciare la pasta e impedire la fuoriuscita del rigonfio.
Cuocete per qualche minuto sem­plicemente in acqua salata bollente – scolate, condite con burro fumante e salvia, spolverando con formaggio – op­pure cuocete in brodo di carne e successivamente mante­cate con ‘pòcio de vedél’, sugo a base di carne di vitello.
Suggerimenti