Oliva Bella della Daunia DOP

Oliva Bella della Daunia DOP
L'oliva Bella della Daunia è una varietà di oliva autoctona della zona in provincia di Foggia che comprende parte dei territori comunali di Cerignola, Orta Nova, Stornarella e Trinitapoli e gli interi agri di San Ferdinando e Stornara. La sua produzione risale al 1400 e alla fine del 1800 le olive venivano già esportate oltreoceano in America, dove venivano apprezzate per il loro gusto unico e le enormi dimensioni.
Il frutto è di colore verde o nero, con dimensioni molto grandi e forma ellissoidale allungata. L'Oliva Bella della Daunia ricorda una susina: è allungata, con base ristretta ed apice acuto e sottile. La polpa, soda, gustosa e saporita, è molto consistente, infatti rappresenta circa l'85% del frutto.
Queste olive sono ottime insieme a formaggi anche se è consigliato gustarle da sole, magari in uno sfizioso aperitivo per godere a pieno di tutto il suo sapore.
Nell'ottobre del 2000 è stata registrata nella Gazzetta Ufficiale delle Comunità europee la denominazione di origine protetta (D.O.P.) "La Bella della Daunia - Cultivar Bella di Cerignola".
Nel giugno del 2004 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il riconoscimento del consorzio di tutela oliva da mensa D.O.P. "La Bella della Daunia - Cultivar Bella di Cerignola", con sede in Cerignola (Foggia) in piazza della Repubblica n. 1, presso assessorato aree produttive del comune di Cerignola.

Link Fonti Documenti