Carne ovina di Laticauda

Carne ovina di Laticauda
Letteralmente Laticauda significa coda larga e identifica una razza ovina che viene allevata in modo stanziale in piccoli greggi nelle zone collinari e montane delle provincie di Benevento, Caserta e Avellino.
La sua origine deriva probabilmente dall'incrocio tra la pecora Nord-Africana Barbaresca con la pecora Appenninica locale, a cui sono seguiti meticciamenti protrattisi a lungo. Attualmente la pecora Laticauda presenta dei caratteri distintivi ben fissati e il suo miglioramento è stato ottenuto grazie all’opera di selezione effettuata dagli allevatori del luogo. E' una pecora di grande mole, alta e slanciata con una notevole velocità di accrescimento. E' la tipica razza a duplice attitudine: alla carne e alla produzione del latte, che si aggira in media su 80 Kg con resa in formaggio di tipo caciotta del 20%, ed in ricotta del 6%, con contenuto in grasso variabile dal 6 all’8%.
La carne di Laticauda è molto ricercata per la delicatezza del sapore e dell’aroma, mentre il latte, di qualità eccellente e con un’elevata attitudine alla caseificazione, è utilizzato come materia prima per la produzione di formaggi pecorini con caratteristiche organolettiche uniche.
Suggerimenti
La pecora di Laticauda fa parte dell'Arca del Gusto, progetto della Fondazione Slow Food che raccoglie le piccole produzioni di eccellenza gastronomica minacciate dall'agricoltura industriale, dal degrado ambientale, dall'omologazione.

Link Fonti Documenti