Vacca Cabannina

La Cabannina, razza originaria dell'Appennino Ligure (La Spezia e Genova), è ormai presente quasi esclusivamente nella provincia di Genova, nella frazione di Cabanne e nei comuni di Borzonasca e Rezzoaglio, dove le particolari condizioni climatiche e la necessità di utilizzare con il pascolo aree impervie e arbustate non permettono e non rendono economicamente conveniente la sostituzione con altre razze.

La Cabannina presenta un mantello bruno, intenso ed uniforme, con qualche pelo più chiaro lungo la linea dorsale (linea mulina); è un animale armonico di taglia e statura medio-piccoli, in grado di arrampicarsi su terreni accidentati e scoscesi, sfruttando pascoli inaccessibili ad animali di taglia più grande. Anche se produce meno carne e meno latte rispetto a bovini di altre razze, ha bisogno di meno cure e richiede minori costi per il suo allevamento.
Ogni anno a settembre l'Associazione provinciale allevatori di Genova ed il Comune di Rezzoaglio organizzano Mostra comunale del registro anagrafico della razza Cabannina, dove oltre a far "sfilare" questi splendidi animali è anche possibile assaporare i prodotti tipici locali.

Suggerimenti

Questa razza è in continua diminuzione e rischia l'estinzione, anche a causa del massiccio ricorso a razze più produttive come la Bruna. Per questo motivo è stata inserita nel Registro Anagrafico delle popolazioni bovine autoctone e gruppi etnici a limitata diffusione, registro istituito nel 1985 al fine di salvaguardare le razze bovine minacciate di estinzione che risultano allevate in Italia.
E' anche entrata a far parte dell'Arca del Gusto della Fondazione Slow Food, in quanto il suo recupero risulta fondamentale per la valorizzazione della piana di Cabanne, in Val d'Aveto (Genova).

Link Fonti Documenti