Gnocco fritto

frase tutte le parole


gli rss di Saporetipicostampa elencocrea file pdf

Gnocco fritto

Pane e Pizze

(MODENA REGGIO EMILIA ) - EMILIA ROMAGNA -

Gnocco frittoLo gnocco fritto è un prodotto alimentare italiano tipico delle provincie di Modena e Reggio Emilia, il cui nome varia da un'area all'altra. Per esempio in gran parte della provincia di Bologna viene chiamato crescentina (nome con cui nella montagna modenese si chiama un altro alimento tipico, noto altresì come "tigella"), nella provincia di Parma torta fritta e nella provincia di Ferrara viene chiamato pinzino.
Nella parte nord-orientale della provincia di Piacenza è comune la dizione dialettale chisulén, ma ultimamente è in via di diffusione in tutta la provincia il nome parmense in italiano di torta fritta (anche in quelle zone del Piacentino dove è stato introdotto solo nell'ultimo decennio).
In alcune zone dell'Appennino modenese è chiamato pasta fritta, quasi sempre utilizzato nel plurale di paste fritte.
Per la preparazione del gnocco fritto serve fior di farina di grano tenero, acqua, strutto, un pizzico di bicarbonato e di sale. La farina viene impastata con acqua tiepida, lo strutto, il bicarbonato e il sale. Quando l'impasto è morbido, lo si lascia riposare in luogo tiepido. La pasta viene stesa con il mattarello fino a formare una sfoglia sottile, tagliata a grossi rombi e punzecchiata con una forchetta.
Si frigge in abbondante strutto caldo - oggi in parte sostituito dall'olio - si lascia sgocciolare e si consuma caldissimo, ma c'è anche chi lo preferisce il giorno successivo.
Quindi non è altro che pasta di pane fritta che viene servita solitamente in combinazione con le tigelle (altro prodotto tipico emiliano), e accompagna affettati misti, lardo e parmigiano.
E' anche ottimo come dolce con crema di cioccolato o marmellata.

- ST - Suggerimenti:

Foto: www.lagnoccheria.it

- ST - Link:

- it.wikipedia.org

gli rss di Saporetipicostampa elencocrea file pdf