Tirà

frase tutte le parole


gli rss di Saporetipicostampa elencocrea file pdf

Tirà

Dolci e Gelati

Rocchetta Tanaro (ASTI ) - PIEMONTE -

TiràLa Tirà, dolce tipico piemontese prodotto a Rocchetta Tanaro (Asti), ha una ricetta antichissima e l'origine etimologica del termine Tirà proviene dalle feste dei giovani chiamati alla leva durante il regno Sardo Piemontese, dopo la Restaurazione del 1815 e, successivamente, durante il Regno d’Italia fino al 1926.
I tiràgi o Al tiràj identificavano le feste durante le quali venivano "tirati i numeri", ovvero quando venivano sorteggiate le nuove reclute. All'evento si accompagnavano, specie nel Monferrato legato a forti tradizioni savoiarde, festeggiamenti molto sentiti che duravano parecchi giorni e che coinvolgevano tutta la comunità.
Fino agli anni 1930-1940 erano ancora di uso corrente le frasi "mio figlio tira" o "la leva tira" e, nella grande festa che ne derivava, il dolce di famiglia più diffuso era "La Tirà".
La Tirà era preparata in abbondanza, con la materia prima del pane quotidiano, arricchita da ingredienti contadini e cosparsa di zucchero. Veniva consumata con il vino migliore, prodotto nell'anno di nascita del figlio, messo da parte imbottigliato per essere stappato con gli amici nel giorno della festa di leva.
Attualmente gli ingredienti della Tirà sono farina di frumento, zucchero, latte, burro, tuorli d'uovo, lievito di birra ed un pizzico di sale.
Lavorandoli secondo la ricetta tradizionale si ottiene una torta soffice a forma di ciambella che presenta un colore dorato chiaro spolverata di zucchero sulla superficie.

- ST - Link:

- www.piemonteagri.it

gli rss di Saporetipicostampa elencocrea file pdf