Fregola sarda - Fregula

Fregola sarda - Fregula
In Sardegna la tradizione e il culto della pasta di semola di grano duro è ancora presente nei piccoli e nei grandi centri dove, nel corso dei secoli, la fantasia popolare ha saputo elaborare numerose forme, tra cui la fregola, o fregula in dialetto. Il nome deriva dal latino frisare, nel senso di sminuzzare e fregola in lingua italiana significa piccolo frammento, frantume, briciola.
La fregola consiste in piccole sfere irregolari di pasta di semola di grano duro e acqua, dalla forma rustica e dal sapore caratteristico che, dopo la naturale essicazione e tostatura, assumono un colore dorato.
La si ottiene bagnando con acqua la semola contenuta in un cestino ed aiutandosi con la mano in un movimento circolare. Si ottengono così minute quantità di pasta dalla forma sferica che vengono setacciate e differenziate in piccole, medie e grandi ed infine tostate al forno dove assumono la loro tipica colorazione brunastra.
Questo tipo di pasta è l'ideale per minestre o con sughi marinari; è ottima sia come piatto unico che d'accompagnamento.
Suggerimenti
A Villasor, comune in procincia di Cagliari, la sa fregula o meglio sa fregua si prepara con l'uovo.

Link Fonti Documenti