Fichi del Cosentino

Fichi del Cosentino
I fichi del cosentino, Fioroni della cultivar Dottato, maturano in Provincia di Cosenza dal 20 giugno. Per l'80-85% cascolano prima di maturare. L'albero da cui provengono è grande, di media vigoria, chioma aperta e tendenzialmente assurgente, folta. Foglie per lo più trilobate (60-70%), ma anche intere (20%) e pentalobate (10-20%). I fichi hanno pezzatura media, forma ovoidale tendente alla trottola, ostiolo semiaperto, buccia verde chiaro con poche fenditure. Hanno semi piccolissimi, polpa di colore rosa ambrato e sapore poco aromatico, dolce zuccherino, spesso mielato, gradevolissimo.
Il prodotto deve la sua tradizionalità alle particolari condizioni pedoclimatiche del territorio cosentino che conferiscono una qualità organolettica superiore a quella di altri fichi prodotti nella Regione.
Suggerimenti
Negli anni Cinquanta la provincia di Cosenza produceva 650 mila quintali di fichi freschi, oggi arriva a stento ai 10 mila quintali.
Non esistono consorzi o centri di raccolta e i produttori sono frammentati. Inoltre il mercato è invaso dai fichi stranieri, meno costosi, in particolare turchi.
Per questo motivo è stato istituito un Presidio Slow Food, sostenuto dal Gal Valle del Crati, con lo scopo di riunire le aziende che ancora trasformano secondo tradizione il fico Dottato cosentino.

Link Fonti Documenti