Campania

Il cannolo cilentano è nato dall'incontro di Enzo Crivella, fiduciario responsabile della condotta Slow Food Sapri (Salerno), e dal Maestro… leggi tutto
Decapitare i capitoni servendosi di una affilata mannaia, eviscerarli, ma non spellarli e suddividerli in pezzi di circa 6 cm. di lunghezza,… leggi tutto
Pulire i carciofi, asportare gran parte del gambo del quale è opportuno lasciare uno stelo di 5 o 6 cm, sciacquarli abbondantemente asciugarli bene e… leggi tutto
Detto anche Violetto di Castellammare o carciofo di Schito, questo particolare ortaggio viene coltivato nell'area vesuviana, in… leggi tutto
Il carciofo m’buttunata (ripieno) si prepara togliendo le foglie esterne più tenaci. Il ripieno è costituito da formaggi, salumi (tagliati a dadini… leggi tutto
Letteralmente Laticauda significa coda larga e identifica una razza ovina che viene allevata in modo stanziale in piccoli greggi nelle… leggi tutto
Il casatiello, tipica torta rustica napoletana, rappresenta la Pasqua di cui ne conserva i simboli: il salame, il pecorino, e… leggi tutto
Tradizionalmente in Irpinia (Avellino) per conservare le castagne si effettua la biscottatura: le castagne vengono essiccate a fuoco lento… leggi tutto
Cicerale, centro agricolo del basso Cilento in provincia di Salerno, è nota per la coltivazione di ceci tanto che da esso derivano… leggi tutto
Amalgamare il tutto ed impastare fino ad ottenere un impasto omogeneo. Tagliare dei pezzetti e stenderli con le mani in modo da ottenere dei… leggi tutto